Celiaci nei Carabinieri: è possibile entrare nell’Arma dei Carabinieri se si è celiaci?

Celiaci nei Carabinieri

Cosa dice la normativa in merito all’entrata di celiaci nei Carabinieri? Continua a leggere questo post per saperne di più sulla possibilità di arruolamento nell’Arma dei Carabinieri per chi è affetto da celiachia.

Sono sempre di più i lettori che ci chiedono informazioni circa la possibilità di arruolamento di celiaci nei Carabinieri. Tanti giovani, intenzionati ad entrare nell’Arma dei Carabinieri, ci chiedono se la celiachia rientri in quelle patologie causa di esclusione dai Concorsi di Selezione per entrare nei Carabinieri. In questo post cercheremo di fare chiarezza in merito a questo argomento piuttosto complesso, andando a vedere quali sono le patologie incompatibili con l’arruolamento nelle Forze Armate.


INDICE
– Celiaci nei Carabinieri: informazioni generali sulla Celiachia
– Celiaci nei Carabinieri: cosa dice la normativa?
– Celiaci nei Carabinieri: è possibile arruolarsi?


Celiaci nei Carabinieri: informazioni generali sulla Celiachia

Prima di addentrarci nel focus di questo post, ovvero capire se è possibile l’arruolamento dei celiaci nei Carabinieri, vediamo di capire cos’è la celiachia e quali sono i sintomi e le cause di questa patologia. La malattia celiaca, o Celiachia, è una intolleranza permanente al glutine, una patologia genetica che si manifesta a seguito dell’ingestione del glutine presente in alcuni cereali quali il grano, la segale e l’orzo. L’ingerimento di questo tipo di alimenti nei soggetti affetti da celiachia, può provocare gravi effetti. I sintomi colpiscono prevalentemente l’apparato digerente, ma possono essere anche del tutto estranei ad esso, provocando, in chi ne è affetto, crampi, debolezza, afte e disturbi psichici. Molti celiaci, infatti, possono soffrire di perdita di peso e diarrea.

Vediamo ora di capire nello specifico la corrispondenza del binomio celiaci – concorsi militari. La Celiachia è inserita all’interno dell’Elenco Imperfezioni ed Infermità, ovvero la direttiva tecnica in cui sono state raccolte tutte le malattie e le patologie che sono causa di non idoneità al servizio militare o, altresì, di non idoneità all’arruolamento nelle Forze Armate. In particolare, riferimenti a questo tipo di patologia e relativi sintomi si riscontrano:

  • nell’Art. 5/b Immunoallergologia – “Le gravi intolleranze ed idiosincrasie a farmaci od alimenti, anche in fase asintomatica, accertate con gli appropriati esami specialistico-strumentali; trascorso, ove occorra, il periodo di inabilità temporanea”.
  • nell’Art. 12/b Apparato digerente – “Le malformazioni, le anomalie di posizione, le patologie o i loro esiti del tubo digerente, del fegato e vie biliari, del pancreas e del peritoneo che, per natura, sede e grado producano rilevanti disturbi funzionali; trascorso, ove occorra, il periodo di inabilità temporanea”.

Nel caso specifico dei Celiaci nei Carabinieri, come detto sopra, l’argomento è piuttosto complesso e differenziato tra chi fa già parte delle Forze Armate e dunque indossa già la divisa dell’Arma dei Carabinieri, e chi invece ha intenzione di arruolarsi e cominciare la sua carriera militare. Vediamo quindi di capire in maniera più dettagliata cosa prevede la normativa in merito alla presenza di Celiaci nei Carabinieri.

Celiaci nei Carabinieri: cosa dice la normativa?

Per fare chiarezza sul tema Celiaci nei Carabinieri, e più in generale sull’arruolamento dei Celiaci nelle Forze Armate, chiamiamo in causa l’AIC, l’Associazione Italiana Celiachia, che nel Febbraio 2015 ha avviato un dibattito costruttivo sulla questione diramando la Direttiva IGESAN con oggetto: “Aspetti medico legali correlati con la patologia celiaca”.

La direttiva IGESAN, riferita alle sole Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica ed Arma dei Carabinieri), riguarda sia i celiaci che vogliono arruolarsi nell’Arma dei Carabinieri, sia molti celiaci già in uniforme. Il lavoro svolto dall’ AIC, il cui sunto è confluito nella direttiva di cui sopra, ha rappresentato una grande vittoria a livello professionale per il personale militare in servizio permanente affetto da celiachia. Secondo quanto decretato dalla direttiva IGESAN, “per il personale in servizio, la diagnosi di intolleranza al glutine non comporta alcun provvedimento medico-legale, salvo i casi in cui le manifestazioni sintomatologie siano talmente rilevanti da pregiudicare la idoneità al servizio, trascorso il periodo di temporanea inidoneità“. Ciò vuol dire che, salvo casi in cui vi è insorgenza di sintomi piuttosto gravi che compromettono le funzionalità dell’individuo, chi soffre di Celiachia è idoneo al servizio militare e, dunque, in estrema sintesi, è ammessa la presenza di celiaci nei Carabinieri.

Celiaci nei Carabinieri: è possibile arruolarsi?

Se da una parte la direttiva IGESAN ha rappresentato un notevole passo in avanti per coloro che già indossano una divisa, dall’altra ha confermato una triste realtà per i tanti giovani che, affetti da celiachia, vorrebbero avviarsi ad una carriera militare. I celiaci che vogliono arruolarsi nell’Arma dei Carabinieri, o in altre Forze Armate, passando, come si conviene, dai Concorsi di Selezione, secondo quanto scritto nella direttiva IGESAN, sarebbero sì giudicati idonei al servizio militare, ma, allo stesso tempo, inidonei per il reclutamento. Questi individui, infatti, sarebbero inquadrati in un profilo sanitario AV EI 3 che, in base agli attuali criteri generali e requisiti richiesti dai bandi concorsuali, non ne consentirebbero il reclutamento. Quindi, in altre parole, sono esclusi da ogni Concorso di Selezione per entrare nell’Arma dei Carabinieri. Attualmente, dunque, ai giovani celiaci desiderosi di intraprendere una carriera militare, la normativa vigente preclude l’accesso al reclutamento per ogni ruolo e grado militare, ma, visto i passi in avanti fatti con la direttiva IGESAN e vista l’attenzione dimostrata dal Ministero della Difesa su questo argomento, l’AIC – in primis – e quanti sono legati a questo tema, sembrano essere fiduciosi in una svolta positiva nel prossimo futuro. Come al solito vi terremo costantemente aggiornati.

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.