Come entrare nel Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri

Reggimento Tuscania

Vuoi sapere come entrare nel Reggimento Tuscania dei Carabinieri? In questo articolo troverai tutte le informazioni che stai cercando.

Molti nostri lettori sembrano essere interessati a sapere come entrare nel Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri. Per questo motivo abbiamo deciso di scrivere questo articolo in cui abbiamo inserito tutte le notizie e le informazioni in nostro possesso in merito all’argomento, così da soddisfare la loro curiosità e il loro interesse.


INDICE
– Panoramica sul Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri
– Come entrare nel Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri


Panoramica sul Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri

Il Reggimento Tuscania (1° Reggimento Carabinieri paracadutisti “Tuscania”) è un’unità militare dell’Arma dei Carabinieri, formato da paracadutisti ed inquadrato nella 2ª Brigata mobile Carabinieri, che dispone di 550 effettivi e che attualmente ha sede a Livorno. Di questa grande unità fanno parte anche il 7º Reggimento Carabinieri “Trentino-Alto Adige” con sede a Laives (BZ), il 13º Reggimento Carabinieri “Friuli-Venezia Giulia” con sede a Gorizia e il Gruppo di intervento speciale.

Il Reggimento Tuscania, che fino al 15 marzo 2002 era alle dipendenze della Brigata Paracadutisti Folgore dell’Esercito Italiano, è articolato in: Comando di Reggimento, per le funzioni di comando, coordinamento e controllo, Reparto Addestrativo, per l’attivitá di selezione e formazione del personale da immettere nei ranghi operativi dello stesso Reggimento e degli Squadroni Cacciatori, Compagnia Comando e Servizi, per il supporto logistico, Battaglione Carabinieri Paracadutisti, su tre compagnie, per l’assolvimento dei compiti istituzionali. Nel Reggimento è inquadrata anche la Sezione di paracadutismo sportivo, per quattro volte campione mondiale. Nonostante l’affrancamento dell’Arma dei Carabinieri dall’Esercito (avvenuto il 5 ottobre 2000), il Reggimento Tuscania rimane strettamente collegato alla Brigata paracadutisti “Folgore”, con i quali condivide il basco di colore amaranto e il grido di battaglia “Folgore”.

Come per tutti i reparti dell’Arma dei Carabinieri, anche al Reggimento Tuscania sono affidati determinati compiti e funzioni, militari, di polizia, addestrativi e di supporto alle operazioni speciali. Nello specifico:

militari (tipici delle truppe paracadutiste):

  • occupazione preventiva e difesa di posizioni;
  • interdizione e controinterdizione d’area (guerriglia e controguerriglia);
  • supporto a contingenti di Forza Armata in operazioni “fuori area”;
  • funzioni di Polizia Militare per unità paracadutiste;

di polizia:

  • supporto all’Arma Territoriale;
  • sicurezza alle sedi diplomatiche in Paesi “a rischio”;
  • scorta di personalità;

addestrativi:

  • addestramento e formazione di militari dell’Arma destinati a reparti speciali;
  • addestramento di forze di polizia in aree di crisi internazionale.

come Unità di coronamento per le Operazioni Speciali (TIER 3) vengono talvolta impiegati come supporto nelle operazioni della Forze speciali italiane (TIER 1).

Come entrare nel Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri

Dopo aver visto brevemente quali sono i compiti affidati a questo reparto, vediamo di capire come entrare nel Reggimento Tuscania dell’Arma dei Carabinieri

Naturalmente, per entrare nel Reggimento Tuscania è necessario essere già arruolato nell’Arma dei Carabinieri e, dunque, è necessario aver partecipato ai Concorsi di selezione che danno accesso alla carriera militare nei Carabinieri. Come abbiamo più volte ricordato, per partecipare ai Concorsi è necessario essere in possesso di determinati requisiti, tra i quali la cittadinanza italiana e il possesso dei diritti civili e politici. Vediamo però, in sintesi, quali sono gli altri requisiti per partecipare ai concorsi per entrare nei Carabinieri:

Concorso Allievi Carabinieri:

  • aver compiuto 17 anni e non abbiano superato 26 anni. Il limite massimo d’età è elevato a 28 anni per coloro che hanno già prestato servizio militare
  • essere in possesso della licenza media (dopo il riordino delle carriere è probabile che il titolo di studio richiesto sia il diploma di istruzione secondaria di secondo grado – diploma di maturità)

Per tutti gli altri requisiti sul Concorso Allievi Carabinieri, vi rimandiamo alla lettura della relativa Scheda Requisiti.

Concorso Allievi Marescialli Carabinieri:

  • aver compiuto 17 anni e non abbiano superato 26 anni. Il limite massimo d’età è elevato a 28 anni per coloro che hanno già prestato servizio militare
  • essere in possesso del diploma di maturità

Per tutti gli altri requisiti sul Concorso Allievi Marescialli Carabinieri, vi rimandiamo alla lettura della relativa Scheda Requisiti.

Concorso Allievi Ufficiali Accademia Carabinieri:

  • aver compiuto 17 anni e non abbiano superato 22 anni. Gli appartenenti ai ruoli Ispettori e Sovrintendenti dell’Arma dei Carabinieri partecipanti al concorso non devono superare i 28 anni
  • essere in possesso del diploma di maturità

Per tutti gli altri requisiti sul Concorso Allievi Ufficiali Accademia Carabinieri, vi rimandiamo alla lettura della relativa Scheda Requisiti.

Come abbiamo detto, dunque, solo il personale appartenente all’Arma dei Carabinieri può presentare istanza per essere ammesso in servizio nel Reggimento Tuscania. Naturalmente, non tutti coloro che fanno richiesta vengono accettati. Una commissione, infatti, verifica che i candidati siano in possesso di determinate caratteristiche, necessari per ricoprire il ruolo per cui si stanno candidando. Suddetta commissione, quindi, fa una scrematura preliminare dei candidati non idonei, mentre gli altri vengono inseriti in un percorso di formazione professionale, della durata di 9 mesi, sotto il diretto controllo del Reparto Addestrativo del Reggimento Tuscania. Il corso è piuttosto rigido e le prove in itinere da superare sono proibitive. Solo un candidato su tre riesce a portare a termine il corso con successo. Durante i 9 mesi di formazione, i candidati ad entrare nel Reggimento Tuscania partecipano a vari corsi e addestramento, tra cui:

  • corso di paracadutismo militare (lancio con fune di vincolo);
  • addestramento all’impiego operativo di corde;
  • corso di primo soccorso operativo (CLS);
  • tecniche di orientamento e di navigazione terrestre;
  • corso difesa personale (Grappling/Brazilian jiu jitsu e MMA);
  • corso CBRN (chimico biologico radiologico nucleare) sulle operazioni in ambienti contaminati;
  • tecniche di mascheramento, mimetizzazione, movimento tattico, superamento ostacoli, capacità di operare in sicurezza in ambienti montani e sopravvivenza in climi rigidi;
  • corso per operatore eliportato;
  • addestramento di pattuglia e di plotone (procedure operative standard delle minori unità, operazioni anfibie, ricognizioni,acquisizione obiettivi, piantonamenti, tecniche di guerriglia, anti-guerriglia e operazioni speciali);
  • tecniche Sopravvivenza, Evasione, Resistenza agli interrogatori e Fuga;
  • addestramento all’impiego di armi e materiali speciali (tiro con armi corte, medie, lunghe, utilizzo accessori vari, materiali esplodenti o speciali, piena conoscenza degli apparati per le comunicazioni, anche satellitari, in dotazione al reparto);
  • abilitazione speciale alla guida di autoveicoli tattici;
  • tecniche di combattimento e pattugliamento in ambiente urbano (MOUT/FIBUA/FIWAF);
  • tecniche di Polizia Militare, Counter-IED, HUMINT e all’impiego in unità e comandi multinazionali.

Terminato il corso e superati gli esami di sbarramento finale, il Carabiniere Paracadutista ottiene il rango di Esploratore e viene inserito nel Reggimento Tuscania nell’ambito del quale svolge attività operative, di addestramento, di mantenimento e di ulteriore specializzazione nei diversi settori. La formazione e l’addestramento del personale del Reggimento Tuscania, infatti, continua anche dopo l’entrata in reparto. Ogni appartenente, infatti, puù decidere di specializzarsi in diversi settori, tra i quali:

  • aviolancistico (lanci ad alta quota ad apertura comandata);
  • di tiro con armi individuali e di reparto;
  • di impiego dei materiali speciali ed esplodenti;
  • delle tecniche particolari di combattimento;
  • servizio scorta (comprende abilitazione alla guida di sicurezza).
Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Articoli Correlati

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.